Il sacro Graal:   Lavare il cane a casa. Parte 6

Il sacro Graal: Lavare il cane a casa. Parte 6

Lavare il nostro amico a 4 zampe non è sempre un'operazione semplice, specialmente per chi vive in appartamento.

Per prima cosa dobbiamo convincerlo e poi dobbiamo "limitare i danni" ovvero gli spruzzi e i ristagni d'acqua che si possono creare. Insomma stiamo parlando di un'impresa che non ha nulla da invidiare per difficoltà e ardimento alla ricerca della famosa Arca dell'Alleanza o del celebre Graal della tradizione medievale.

Tra le nostre varie ricerche sul mondo canino ci siamo imbattuti in un bel contributo di un'addestratrice americana di nome Cady Madson che da dei consigli interessanti ed abbiamo deciso di tradurlo  (nei suoi punti fondamentali e con qualche nota) per quanti non masticano troppo bene l'inglese.

Per questioni di praticità divideremo l'articolo in diverse parti. Questa è la sesta parte.

Spazzolare il pelo del tuo cane prima di metterlo nella vasca aiuta a rimuovere il pelo in eccesso che impedisce allo shampoo di penetrare fino alla pelle. Questo passaggio è fondamentale anche per un altro motivo: aiuta a non perdere tempo e lavare con lo shampoo quella parte di pelliccia che finirebbe nello scarico.

Come usare lo shampoo

Assicurati di applicare bene la schiuma attraverso il pelo del tuo cane e che penetri fino alla sua pelle. Usa le dita per far penetrare lo shampoo attraverso il pelo  oppure usa una spazzola di gomma morbida. Non dimenticare di strofinare a mano le zampe, lo stomaco, le ascelle e la coda: queste parti vengono spesso dimenticati durante il bagno.

SUGGERIMENTO IMPORTANTE: una seconda applicazione di  shampoo aiuta  ma solo se non hanno la pelle sensibile.

 

Per leggere l’articolo intero (in inglese) potete cliccare qui 

Dogg Star è una pasticceria per cani  specializzata in torte che sono tutto tranne che noiose.

Se vuoi puoi trovarci qui

Retour au blog

Laisser un commentaire